GLI AGGETTIVI – PRIMA PARTE

Ci sono due tipi di aggettivi in giapponese: gli aggettivi che terminano in ~i (ATTENZIONE: mai in ~ei) e aggettivi che terminano in ~na.

Gli aggettivi giapponesi hanno una caratteristica particolare; oltre a modificare i sostantivi come in italiano, funzionano come verbi quando usati come predicati.
Ad esempio, l’aggettivo takai – che significa costoso – conferisce alla frase “takai yōfuku” il significato di “vestiti costosi”. Se usato nella frase “sono yōfuku wa takai” non significa semplicemente “quei vestiti costosi” ma “quei vestiti sono costosi”.
Quando gli aggettivi che terminano in ~i si usano come predicati si fanno normalmente seguire da desu per conferire alla frase uno stile formale. Quindi “takai desu” significa sempre “è costoso” ma è più formale rispetto al semplice “takai”.

Proseguiamo ora proponendo un elenco degli aggettivi più comuni che terminano in ~i e in ~na:

Aggettivi comuni che terminano in ~i:

 

atarashii nuovo furui vecchio
atsui caldo samui freddo
oishii delizioso
(nel senso di buon sapore)
mazui pessimo
(nel senso di cattivo sapore)
ookii grande chiisai piccolo
osoi in ritardo, lento hayai in anticipo, veloce
omoshiroi interessante, divertente tsumaranai noioso
kurai scuro akarui luminoso
chikai vicino tooi lontano
nagai lungo mijikai corto
muzukashii difficile yasashii facile
ii buono, bello warui cattivo
takai alto, costoso hikui basso
yasui economico wakai giovane
isogashii occupato, impegnato urusai rumoroso

 

Aggettivi comuni che terminano in ~na:

 

ijiwaruna meschino, malvagio shinsetsuna gentile
kiraina disgustoso sukina preferito
shizukana tranquillo nigiyakana brioso
kikenna pericoloso anzenna sicuro
benrina conveniente fubenna sconveniente
kireina carino genkina in buona salute, bene
jouzuna abile yuumeina famoso
teineina educato shoujikina onesto
gankona testardo hadena frivolo

Proseguiamo ora con un nuovo dialogo in cui Claudio chiede informazioni ad un passante, il signor Tanaka.

Claudio sumimasen mi scusi
Tanaka san hai sì?
Claudio kono chikaku ni honya ga arimasu ka. c’è una libreria qui vicino?
Tanaka san asoko ni ookii biru ga arimasu ne.
honya wa ano biru no tonari desu.
c’è un grande edificio là.
la libreria è vicino a quell’edificio.
Claudio ano shiroi biru no tonari desu ne. vicino a quell’edificio bianco, giusto?
Tanaka san hai, sō desu ne. sì è così
Claudio koko kara tooi desu ka. da qui è lontano?
Tanaka san iie, sonna ni tōku arimasen.
gofun gurai desu yo.
no, non è così lontano.
ci vorranno cinque minuti.
Claudio dōmo arigatō gozaimashita grazie mille
Tanaka san dō itashimashite di nulla

Scrittura hiraganaScrittura hiragana

Continuiamo ora con qualche esercizio di scrittura hiragana.
In questa lezione impareremo come tracciare i caratteri:

ま (ma) · み (mi) · む (mu) · め (me) · も (mo)

come al solito aiutandoci con la tabella sottoriportata per seguire correttamente l’ordine e la direzione dei tratti.

Kanji
Introduciamo ora un nuovo kanji: mizu che, spesso, nei composti si legge sui. Questo kanji significa: acqua.
Ricordo ancora che i kanji hanno due modi di lettura, o pronunce, la pronuncia on e la pronuncia kun.
La lettura “kun” è usata prevalentemente quando il kanji è isolato sia come parola a se stante sia quale aggettivo o radice verbale.
La lettura “on” è basata sulla pronuncia originale cinese del kanji ed è usata tipicamente quando il kanji è parte di una parola composta, vale a dire scritto con almeno un altro kanji per formare una parola.
Un kanji può avere più di una lettura on e/o più di una lettura kun. Riportiamo quindi la/le lettura/e kun in minuscolo e la/le lettura/e on in maiuscolo.

Il kanji mizu / SUI

mizu / SUI

Così, ad esempio, avremo:

termini che fanno uso del kanji mizu / SUI

…e anche per questa lezione è tutto!

 

L'autore

Marco Forti

Facebook Twitter Google+

Maestro di Karate e Reiki. Insegna Koryu Uchinadi Kenpo-jutsu (sistematizzazione didattica moderna dei metodi di combattimento storici di Okinawa che hanno dato origine al karate classico, disciplina interamente finalizzata all’autodifesa) e Usui Reiki a Cesena.