Il curriculum di studio del Koryu Uchinadi è vastissimo ed appagante, comprende tecniche specifiche di:

  • Impatto percussivo [colpire e ricevere]: Uchi/Uke-waza [29 tecniche]
  • Corpo a corpo: Tegumi: Kotekitai, Kakie, Ude Tanren, Muchimi-di, ecc. [36 tecniche]
  • Manipolazione delle articolazioni, pressione sulle cavità e intrappolamento degli arti: Kansetsu/Tuite-waza [72 tecniche]
  • Soffocamenti/strangolamenti – deprivazione di aria/sangue: Shime-waza [36 tecniche]
  • Rottura dell’equilibrio – proiezioni: Nage-waza [55 tecniche]
  • Lotta a terra e sottomissione: Ne-waza [72 tecniche]
  • Uscite e controtecniche: Gyaku-waza [36 tecniche]
  • Kata: meccanismi mnemonici classici attraverso cui culminano, vengono preservati e trasmessi i principi del combattimento [54 routines classiche]
Esercizi solo
livello base
Esercizi a due
livello base
Esercizi a due
contestuali
Esercizi a due
da lignaggio
Esercizi solo
supplementi
Tsuki waza
Keri waza
Kamae waza
Kaishu waza
Heishu waza
Shiho Uke-waza
Ukemi waza
Ne-keri waza
Uchi-waza
Tsuki futari-geiko
Keri futari-geiko
Kamae futari-geiko
Kaishu futari-geiko
Heishu futari-geiko
Shiho-uke futari-geiko
Uke-waza
Tegumi-waza
Kansetsu/Tuidi-waza
Shime-waza
Nage-waza
Ne-waza
Gyaku-waza
48 posture del Bubishi
Motobu-den Kumite
Muchimi-di
Chokyu-gata
Taisabaki Oyo-jutsu
Tachi-keri-waza
Makiwara
Také
Chi-ishi
Guanti da passata
Scudi per i calci
Sacco pesante
Palla medica
Sacco da terra
Palla tesa
Routines a solo – Kata tradizionali
Chokyu
Nanshu
Seisan
Sanchin
Happoren
Nepai
Sochin
Niseishi
Hakutsuru
Passai
Taisabaki
Kusanku
Rakanken
Unsu
Naifanchin
Ryushan
Wando
Teoria Applicazioni Principi Premesse Strumenti
1. HAPV
2. TS
3. AP
4. AS
5. PP
1. impatto percussivo
2. privazione sangue / aria
3. rottura dell’equilibrio
4. manipolazione delle articolazioni e intrappolamento degli arti
5. lotta
1. Obiettivo
2. Strumento
3. Angolo
4. Direzione
5. Intensità
1. Ruota e asse
2. Vite
3. Puleggia
4. Cuneo
5. Leva
1. Pugni
2. Calci
3. Parate
4. Posizioni
5. Percosse
Definizioni
HAPV = Atti abituali di violenza fisica (Habitual Acts of Physical Violence)
TS = Strategie tattiche (Tactical Strategies)
AP = Anatomia e fisiologia (Anatomy & Physiology)
AS = Scienza applicata (Applied Science)
PP = Principi pedagogici (Pedagogical Principles)
Nello scenario creato dagli atti di violenza fisica abituale uno contro uno, la classificazione delle applicazioni si riferisce alle prese e ai colpi usati sia singolarmente che combinati tra loro. I principi applicativi si riferiscono alle strutture anatomiche obiettivo dell’attacco, alle parti del corpo usate per trasferire energia (pugno, piede, gomito, ecc.), all’angolo rispetto all’obiettivo, alla sua direzione e alla potenza richiesta. Messe in relazione col corpo umano le cinque macchine antiche forniscono i principi fondamentali che guidano le applicazioni. Ogni *stile* di karate [in realtà ogni forma di autodifesa a mani nude] utilizza questi strumenti comuni.
L’abilità determina
quello che sei in grado di fare
La motivazione determina
cosa fai realmente
L’attitudine determina
come lo fai
ATTI ABITUALI DI VIOLENZA FISICA
(come catalogati da Hanshi Patrick McCarthy)
1. Calci diretti
2. Calci circolari
3. Pugni diretti
4. Pugni circolari
5. Colpi verso il basso
6. Colpi verso l’alto
7. Colpi di gomito e ginocchio
8. Testate / morsi e sputi
9. Stretta ai testicoli
10. Sgambetto/falciata di piede o gamba
11. Tirata di capelli con una o due mani da davanti/dietro
12. Soffocamento a una o due mani da davanti/dietro
13. Soffocamento da dietro
14. Presa della testa/chancery
15. Soffocamento a ghigliottina
16. Half/full-nelson
17. Bearhug sopra le braccia da dietro (e var. laterali)
18. Bearhug sotto le braccia da dietro (e var. laterali)
19. Bearhug sopra le braccia da davanti (e var. laterali)
20. Bearhug sotto le braccia da davanti (e var. laterali)
21. Placcaggio (tackle) da davanti/dietro
22. Presa del polso ad una mano (stessa/opposta – normale/opposta)
23. Presa del polso a due mani (normale/opposta)
24. Presa di entrambi i polsi da davanti/dietro
25. Presa di entrambe le braccia da davanti/dietro
26. Presa di una o entrambe le spalle da davanti/dietro
27. Presa del braccio (arm-lock dietro la schiena)
28. Leva sul braccio da davanti
29. Leva sul braccio dal lato
30. Presa del bavero con una o due mani
31. Spinta ad una o due mani
32. Indumento spinto sopra la testa
33. Presa e colpo
34. Presa di una o entrambe le gambe/caviglie da davanti/lato/dietro
35. Mount
36. Attacchi (calci, percosse) mentre si è a terra
YAMANE RYU – KOBUDO
Armi Routines a solo Bo Kata Pratica a due
Bo
Sai
Eku
Kama
Nunchaku
Tuifa
Tekko
Tinbe
Tanbo
Koryu Sai
Koryu Eku
Koryu ni-cho gama
Koryu Nunchaku
Koryu Tuifa
Koryu Tekko
Koryu Tinbe
Koryu Tan-bo
Chinen-Shikiyanaka
Sakugawa
Shirotaru
Shuji
Tokumine
Yonekawa
Koryu no kon
Kumi-bo
Kumi-sai
Kumi-Eku
Tinbe/Rochin
Tuifa-jutsu
Nunchaku-jutsu
Ni-cho gama-jutsu
Tekko-jutsu
L'autore

Marco Forti

Facebook Twitter Google+

Maestro di Karate e Reiki. Insegna Koryu Uchinadi Kenpo-jutsu (sistematizzazione didattica moderna dei metodi di combattimento storici di Okinawa che hanno dato origine al karate classico, disciplina interamente finalizzata all’autodifesa) e Usui Reiki a Cesena.